Regolamento

 

Regolamento

 

1 – ISCRIZIONE ALLA COMMUNITY DI RACING REV COMPETIZIONE

2 – REGOLAMENTI

3 – COMPORTAMENTO E INFORMAZIONI

4 – COMPORTAMENTO IN PISTA

5 – PENALITA’ E SANZIONI

6 – DIREZIONE GARA

7 – DEFINIZIONI

8 – TRATTAMENTO DATI E PRIVACY

 

1) ISCRIZIONE ALLA COMMUNITY DI RACING REV COMPETIZIONE

Ogni utente interessato all’accesso alla Community, dovrà prendere visione del presente regolamento e, se ne condivide i principi e decide di farne parte, dovrà provvedere alla compilazione dell’apposito Form di Iscrizione presente sul sito www.racingrevcompetizione.it.

NB: La rinuncia alla manifestazione per qualsiasi tipo di problema,personale o di non adempimento del regolamento sottoscritto non da diritto a nessun tipo di rimborso.

Tutti gli utenti dovranno registrarsi con il proprio Nome e Cognome, sia sul sito che su Discord.

 

2) REGOLAMENTI

Racing Rev Competizione si è dotata di 3 distinti regolamenti che sanciscono le regole base della vita interna al gruppo: Regole Generali, Pista e Penalità.

 

2.1 MODIFICHE AL REGOLAMENTO

L’organizzazione si riserva la possibilità di intervenire in qualsiasi momento sui Regolamenti e sulle norme di comportamento nonché sulle regole/sanzioni in pista al fine di correggere e migliorare la convivenza dei membri e le competizioni sportive organizzate da RRC.

 

3) COMPORTAMENTO

Non e’ tollerato nessun tipo di comportamento discriminatorio e offensivo nei confronti di un qualunque iscritto alla community, senza distinzione d’età, esperienza o popolarità.

Inoltre, invitiamo tutti i piloti ad esprimersi in maniera cortese e non offensiva o blasfema in qualsiasi ambito (che sia una discussione di gara o una discussione sulla squadra di calcio ecc) 

Non sono tollerati post pubblici o comunicazioni private per insultare o polemizzare con altri piloti, pena incorrere in provvedimenti quali:

Richiamo ufficiale;

Ban Temporaneo;

Ban Definitivo;

che la direzione potrà adottare in autonomia a seguito di votazione e sempre a tutela e nell’interesse della comunità di RRC.

Qualsiasi problema o circostanza incresciosa, riscontrata dagli iscritti, va comunicata allo STAFF di RRC, che provvederà a mediare sull’accaduto. Nel frattempo gli iscritti si dovranno astenere dall’ intavolare discussioni che potrebbero ulteriormente inasprire le eventuali incomprensioni.

3.1 COMUNICAZIONI

A qualsiasi partecipante, senza eccezioni, e’ richiesta la registrazione al canale di Racing Rev Competizione, presente su Discord, il quale sarà preposto sia per le comunicazioni scritte che per le comunicazioni vocali.

L’accesso alle piste è tassativamente vincolato alla connessione sul canale Discord, quindi sulle chat vocali messe a disposizione degli utenti.

3.2 APP OBBLIGATORIE (solo per Assetto Corsa)

Durante tutti gli eventi ufficiali di Racing Rev Competizione nelle sessioni di pratica, qualifica e gara è obbligatorio per tutti i sim driver aver installato e attivato (in game) le App obbligatorie scaricabili da qui.

 

3.3 CONDIVISIONI

E’ vietato condividere sul canale Discord (compreso il canale #chat) materiale non attinente al mondo del simracing e che in qualche modo possa infastidire gli altri utenti. Invitiamo inoltre tutti gli iscritti ad evitare discussioni che possano essere legati alla scena politica/etnica, in quanto non pertinenti.

Sarà prioritario per tutti gli iscritti far si che l’ambiente della community e in particolare del canale Discord sia e rimanga rilassato, amichevole e disteso per tutti, questo, nell’interesse della solidità del gruppo e del divertimento, che sono i soli scopi perseguiti da Racing Rev Competizione.

 

3.4 SOSTENTAMENTO E ORGANIZZAZIONE

Il gruppo Racing Rev Competizione non persegue scopi di lucro, ma solamente scopi ludico/sociali. Tuttavia, tutto questo ha dei costi da sostenere come il servizio di hosting/server ecc. Le quote acquisite verranno utilizzate esclusivamente per la gestione dei costi vivi.

Tutte le spese saranno debitamente rendicontate.

 

Nel corso dell’anno solare RRC si prefigge di organizzare eventi competitivi:

  • dedicati, a cui potranno accedere solo i membri donatori;
  • 4fun, a cui avranno accesso tutti gli iscritti;
  • campionati, richiederanno il versamento di una quota per l’iscrizione (che andrà ad essere utilizzata solo ed esclusivamente per le gestione della community e dell’evento stesso).

 

3.5 APP OBBLIGATORIE E CONSIGLIATE

Vedere 3.2 App Obbligatorie

 

3.6 CANALI DI INFORMAZIONE

Il portale Racing Rev Competizione utilizza solo ed esclusivamente i seguenti canali di informazione:

  • Sito: www.racingrevcompetizione.it
  • Discord: Canale Ufficiale RRC
  • Comunicazioni email (info@racingrevcompetizione.it / racingrevcompetizione@gmail.com).

4) COMPORTAMENTO IN PISTA

4.1 REGOLA GENERALE DELL’USO DELLE ZONE ESTERNE ALLA PISTA
Le zone esterne alla pista devono essere utilizzate unicamente come vie di fuga per situazioni di emergenza in ottemperanza alle basilari norme di sicurezza.

4.2 GARA
Le auto devono avere sempre 2 ruote o porzione di esse in pista. Per non incorrere in sanzioni è necessario che il pilota non tragga vantaggio dal fuori pista. In tal senso il pilota è obbligato in qualsiasi dei casi menzionati a ridurre la propria velocità evitando rientri in pista a velocità sostenuta e dando precedenza alle auto che sopraggiungono senza arrecare danno o fastidio.

4.3 INVASIONE DELLA CORSIA DI ENTRATA E USCITA BOX
I piloti in transito possono invadere la corsia di entrata e uscita box solo se questa è ricavata da una parte della pista e solo se la delimitazione della corsia consiste in una linea di qualsiasi colore. Se la corsia di entrata/uscita box non fa parte della carreggiata o se la sua delimitazione consiste in cordolo, rilievi, paletti, coni, zebrature o qualsiasi altro elemento differente dalla semplice linea di vernice sull’asfalto, allora la corsia box non può essere invasa.

4.4 GESTIONE DELL’AUTO FUORI CONTROLLO
Nel caso in cui, per qualsiasi ragione, si perda il controllo dell’auto è tassativo mettere in atto ogni manovra possibile per arrestare l’auto, al fine di non invadere nuovamente la pista. Non sono, altresì, consentite manovre per riprendere il controllo dell’auto, se non al solo fine di evitare il reinserimento della stessa in pista.

4.5 GESTIONE DEL RIENTRO IN PISTA
L’uscita di pista fa perdere ogni diritto di traiettoria e precedenza. Prima di rientrare è necessario accertarsi che non sopraggiungano altri veicoli (a pieni giri o doppiati) e il rientro va eseguito usando quanto più possibile zone della pista lontane dalla traiettoria ideale. Non è consentito rientrare in curva e in modo trasversale alla pista. Quando presenti è  obbligatorio usare zone esterne alla pista (anche se erba o terra) per allinearsi e acquistare velocità prima di rientrare, in modo da rendersi visibili e prevedibili.

4.6 PROCEDURA PER LA RIPRESA DELLA MARCIA CON AUTO NON ALLINEATA AL SENSO DI MARCIA
Se per qualsiasi ragione, ci si dovesse trovare fermi in posizione diversa da quella del senso di marcia, si può iniziare a riprendere la marcia solo quando non sopraggiungono altre auto. Se possibile occorre conquistare una zona esterna alla pista o una zona esterna alla traiettoria ideale, e solo dopo iniziare le manovre per riallinearsi al senso di marcia e riprendere la corsa.

4.7 DIFESA DELLA POSIZIONE
A scopo di difesa, il pilota inseguito può effettuare un solo spostamento. Lo spostamento può essere effettuato solo se con la manovra non si va ad invadere l’ ingombro già impegnato dall’auto inseguitrice.. In caso contrario l’incidente e la relativa sanzione verrà addebitata al pilota che effettua la manovra di difesa

4.8 ATTACCO DI UNA POSIZIONE
Un sorpasso in un tratto rettilineo va effettuato mantenendo una distanza di sicurezza dall’ auto inseguita. Un sorpasso in fase di frenata può essere effettuato solo se l’auto inseguita non ha ancora iniziato la fase di sterzata. Durante tutta la fase di sorpasso il pilota inseguitore deve lasciare lo spazio di manovra necessario all’auto inseguita. Dopo aver effettuato il sorpasso, è possibile rientrare in traiettoria solo dopo aver guadagnato una distanza di sicurezza dall’auto che segue.

4.9 UTILIZZO DELLA SCIA IN ATTACCO/DOPPIAGGIO
L’auto inseguitrice, può rimanere in scia dell’auto inseguita, fino ad una distanza di sicurezza prima del punto di frenata.

4.10 UTILIZZO DELLA SCIA IN DIFESA/DOPPIAGGIO
L’auto inseguita, con in scia l’auto inseguitrice, non può rallentare bruscamente o frenare anticipatamente.

4.11 DOPPIAGGI
Il simdriver che doppia non ha diritto di traiettoria, deve quindi utilizzare la parte di pista lasciata libera dal simdriver da doppiare. Dopo aver effettuato il doppiaggio, è possibile rientrare in traiettoria solo dopo aver guadagnato una distanza di sicurezza dal doppiato. Il simdriver che viene doppiato non può competere o creare situazioni di pericolo con il simdriver che effettua il doppiaggio. Il simdriver a cui viene esposta bandiera blu, ha l’obbligo di prestare attenzione all’auto che sopraggiunge. Se l’auto che doppia e l’auto doppiata procedono affiancati, il simdriver che viene doppiato ha l’obbligo di parzializzare l’acceleratore per agevolare la manovra. In nessun caso il doppiaggio può essere eseguito durante le fasi di una curva (inserimento, apex, uscita).

4.12 DIRITTO DI TRAIETTORIA IN INSERIMENTO/PUNTO DI CORDA
In prossimità di una curva, dove la traiettoria ideale porta al punto di corda, acquisisce il diritto di traiettoria il pilota che procede sulla linea ideale e che prima di iniziare a curvare, ha la sua ruota posteriore in posizione pari o superiore alla ruota anteriore dell’auto interna. In caso contrario il pilota esterno deve considerare nella sua impostazione la presenza dell’avversario, che eventualmente decide di affiancarlo. Il pilota interno deve impostare la propria manovra usando la parte più stretta della curva e lasciando spazio esterno all’altro pilota. Alla luce di quanto appena indicato, il pilota interno che nel tentativo (voluto o meno) di stringere la traiettoria verso il punto di corda, senza che la propria auto avesse guadagnato un allineamento sufficiente, entra in collisione con il pilota esterno, è responsabile. Il pilota esterno, che in questa fase (voluta o meno) non lascia sufficiente spazio interno all’altro pilota, che aveva già guadagnato un allineamento sufficiente prima di questa fase, entra in collisione con il pilota interno, è responsabile.

4.13 RESTITUZIONE DELLA POSIZIONE
Se a causa di un contatto, un simdriver dovesse conquistare una o più posizioni, è tenuto alla restituzione delle posizioni guadagnate verso tutte le auto coinvolte. Il simdriver colpevole deve sempre dimostrare in modo netto ed inequivocabile di aver atteso la ripartenza dell’altra auto e l’intenzione di voler restituire la posizione. La manovra di restituzione della posizione, va effettuata entro poche curve, uscendo dalla traiettoria ideale e rallentando il giusto per non creare pericoli alle altre auto. Se nella procedura il Pilota responsabile dovesse perdere più posizioni di quelle dovute queste non sono reclamabili.

4.14 VEICOLO DANNEGGIATO
Se a causa dei danni, dovesse essere compromessa la guidabilità del veicolo, al punto da costituire pericolo, il simdriver è obbligato a spostarsi in zone esterne della pista e procedere al ritiro.

4.15 FRIZIONE MANUALE
E’ responsabilità di chi parte evitare di far spegnere o mandare in stallo la vettura creando così i presupposti per innescare incidenti ma è altrettanto responsabile chi tampona il pilota che resta fermo , invitiamo tutti a prestare più attenzione e a provare nelle sessioni di prove libere le procedure di partenza.

 

5) PENALITA’ E SANZIONI

Al di là delle penalità a seguito elencate ed in riferimento alle competizioni, la DG potrà assegnare penalità che vanno dai punti patente, al  Ban Temporaneo e persino al Ban Definitivo, qualora si verificassero dei comportamenti ripetuti ed irrispettosi nei confronti degli altri piloti.

Oltre a questo e alle sanzioni già dettagliatamente specificate di seguito, la DG si riserva di valutare eventuali circostanze non ancora disciplinate. Queste, qualora ritenute illecite, verranno sanzionate con penalità già previste nel regolamento stesso per situazioni di analoga entità. Successivamente la circostanza analizzata verrà implementata all’interno del presente Regolamento per farne parte integrante.

 

Articolo 5.1 – Tagli (solo se non gestiti dal sim)

Taglio = +5 secondi

Ogni taglio aggiuntivo = +3 secondi

 

Articolo 5.2 – Tagli e scorrettezze in prequalifica/qualifica

Annullamento giro o 10 secondi penalità fine gara (in base a quando viene rilevato il fatto)

 

Articolo 5.3 – Sorpasso agevolato dal non corretto uso della pista

+10 secondi

 

Articolo 5.4 – Sorpasso nel giro di formazione / giro di lancio

Gestito dal sim o +10 secondi penalità penalità fine gara

 

Articolo 5.5 – Incidente nel giro di formazione / giro di lancio / safety car

+20 secondi

 

Articolo 5.6 – Doppio Spostamento

+5 secondi

 

Articolo 5.7 – Sorpasso in regime di bandiera gialla

Gestito dal sim  o 10 secondi penalità fine gara

 

Articolo 5.8 – Incidente con auto fuori controllo

+10 secondi

 

Articolo 5.9 – Rientro in pista con incidente +30 secondi

Articolo 5.9b – Rientro in pista pericoloso +10 secondi

 

Articolo 5.10 – Sosta in pista con incidente +30 secondi

 

Articolo 5.11 – Contatto lieve durante un sorpasso con guadagno posizione

+5 secondi (o restituzione della posizione)

 

Articolo 5.12 – Contatto/incidente generico non grave

+10 secondi (o restituzione della posizione)

 

Articolo 5.12 B – Contatto/incidente generico grave

+30 secondi (o restituzione della posizione) – nel caso in cui il pilota che ha creato l’incidente non termini la gara la penalità sarà: partenza da ultima posizione al prossimo GP utile.

 

Articolo 5.13 – Contatto durante il doppiaggio

+10 secondi

 

Articolo 5.14 – Ostacolamento / Non agevolazione in doppiaggio

+15 secondi

 

Articolo 5.15 – Ingresso nei pit oltre velocità massima consentita

Gestito dal sim

 

Articolo 5.16 – Ritiro / Uso del tasto ESC

L’uso del tasto ESC durante la gara, equivale al ritiro dall’evento stesso. In nessun caso si può rientrare in pista dopo aver utilizzato il tasto ESC.

 

Articolo 5.17 – Ritiro e rientro in pista

In nessun caso si può rientrare in pista dopo aver utilizzato il tasto ESC.

 

Articolo 5.18 – Regime di Safety Car

In casi estremi, quando previsto dall’evento, la Direzione Gara può richiedere l’intervento della Safety Car, guidata da un membro dello staff RRC o automatica (rf2). La decisione sarà comunicata ai sim driver tramite i mezzi di comunicazione previsti. La ripartenza sarà gestita come da giro  lanciato.

 

Articolo 5.19 – Penalità cumulabili

Le penalità sono sempre cumulabili qualora un sim driver si renda protagonista di più infrazioni durante la stessa gara. Altresì, in casi di palese e reiterata scorrettezza del pilota esaminato, la DG valuterà l’applicazione di ulteriori provvedimenti a suo carico da scontare, eventualmente, anche in altre competizioni.

 

Articolo 5.20 –

Nel caso di cui al punto precedente, o anche nel caso in cui un simdriver accumuli più richiami durante una qualsiasi competizione, la DG potrà assegnare anche pene da scontare nell’evento/i successivo/i.

Articolo 5.21 – Ritardo del posizionamento in griglia di partenza al termine del giro di formazione

+5 sec

Si invitano tutti i piloti a procedere al giro di formazione nella maniera più sicura ed attenta possibile e a rimanere compatti per evitare rallentamenti in fase di posizionamento, i quali potrebbero compromettere le prestazioni delle auto già posizionate.

Articolo 5.21 – Ingresso in corsia box non regolamentare.

+10 sec

 

6) DIREZIONE GARA

Al termine di ogni gara, verrà reso pubblico, entro le 24 ore successive, il file replay della gara stessa, e solo a mezzo di questo replay sarà possibile effettuare le segnalazioni tramite sezione dedicata presente sul nostro sito. Le segnalazioni dovranno indicare anche il minuto esatto della circostanza che si intende evidenziare. Questa verrà valutata dalla DG, che esprimerà le proprie insindacabili valutazioni e, dove previsto, applicherà le penalità, cosi come disciplinato dal regolamento stesso.
Infine, si ribadisce che ogni singolo pilota sarà soggetto a continue valutazioni anche di carattere disciplinare ed in caso si rilevino circostanze particolarmente gravi, la DG si riserva il diritto di squalificare o sospendere il pilota, nell’ interesse dalla comunità.

NB: Le segnalazioni possono essere effettuate solamente dai diretti interessati o da piloti che in qualche modo sono stati penalizzati dall’episodio stesso. Non verranno prese in considerazione segnalazioni di piloti distanti dall’accaduto, eccezzion fatta per episodi particolarmente gravi o episodi anti-sportivi.

 

7) DEFINIZIONI

7.1 DEFINIZIONE DI PISTA

Viene considerata “pista” quella lingua di asfalto delineata tra due righe bianche posizionate ai bordi della medesima. Non sono considerati elementi della pista i cordoli, solitamente verniciati di colore bianco/rosso. Tutte le superfici oltre la linea bianca sono da considerarsi fuori pista.

 

7.2 DEFINIZIONE DI BANDIERE

Bandiera verde – La bandiera verde indica pista libera. La sessione può procedere senza limitazioni.

Bandiera gialla – La bandiera gialla indica pericolo nel settore di pista attuale o nel successivo.

Durante il regime di bandiera gialla è obbligatorio parzializzare l’acceleratore e non eseguire sorpassi.

Bandiera bianco/nera – La bandiera bianco/nera indica che al simdriver è stata assegnata una penalità dal SIM.

Bandiera nera – La bandiera nera indica che il simdriver è stato squalificato dal SIM dalla sessione in corso.

Bandiera blu – La bandiera blu indica che il simdriver a cui viene mostrata, sta per essere doppiato da un pilota a pieni giri. E’ necessario cedere immediatamente strada alla macchina in arrivo senza bruschi cambi di direzione o frenate improvvise.

Bandiera a scacchi – La bandiera a scacchi indica che la sessione è terminata. Il simdriver dovrà eseguire il giro di rientro a velocità moderata e rientrare ai box.

 

7.3 DEFINIZIONE DI SPOSTAMENTO

Per spostamento si intende un movimento sull’asse trasversale della carreggiata in un’unica direzione a qualsiasi velocità. L’inversione del verso dello spostamento è inteso come un doppio spostamento. Non vengono considerati spostamenti quelli necessari per affrontare le curve.

 

7.4 DEFINIZIONE E SCOPO DEL GIRO DI FORMAZIONE

Il giro di formazione, quando previsto, prevede la percorrenza di un intero giro di pista precedente all’inizio della gara. Le auto partono schierate secondo l’ordine di qualifica o composizione griglia ed al semaforo verde le auto debbono partire, dopo il movimento dell’auto che precede, senza spirito di competizione e percorrere l’intero giro fino a schierarsi manualmente sul proprio stallo di partenza. Per tutta la durata del giro le auto devono mantenere la posizione di partenza ed evitare incidenti. Il giro di formazione deve essere usato per scaldare gomme, freni e prendere nota delle condizioni della pista. Il giro di formazione esclude la partenza lanciata. La conclusione del giro di formazione ovvero la partenza della gara è gestita dalle regole della partenza da fermi.

 

7.5 DEFINIZIONE E SCOPO DELLA PARTENZA LANCIATA

La partenza lanciata, quando prevista, prevede la percorrenza di un intero giro o porzione di giro di pista (la DG specifica le regole prima di ogni evento) precedente all’inizio della gara. Le auto partono schierate secondo l’ordine di qualifica o composizione griglia ed al semaforo verde le auto (con o senza safety car) debbono partire senza spirito di competizione e percorrere l’intero giro (come indicato dalla DG) fino al suo completamento e solo superata nuovamente la linea di traguardo possono iniziare la competizione e sono autorizzati i sorpassi. Lo scopo della partenza lanciata è quello di evitare incidenti derivanti dai rischi della partenza da fermi ed allo stesso tempo permettere di scaldare freni e gomme. La partenza lanciata esclude il giro di formazione. In questa modalità di partenza non si effettua il giro di formazione, la gara parte subito con un primo giro ‘lanciato’ ed al traguardo, dopo il primo giro, inizia la gara.

Il giro lanciato si svolge come di seguito:

 

  1. Al verde tutti i sim driver devono partire, dopo il movimento dell’auto che li precede, senzaeccessi agonistici come se fosse un giro di formazione.
  2. Il pilota leader deve mantenere una velocità costante ed entro i margini di sicurezza.
  3. Per tutto il primo giro si devono conservare le posizioni imposte dalla griglia di partenza
  4. Solo se un pilota è visibilmente in difficoltà, i suoi inseguitori possono superarlo. Il pilota che è rimasto indietro nel gruppo per qualsiasi ragione può reinserirsi nella fila ma senza effettuare sorpassi.
  5. I piloti devono tenersi in fila con una buona distanza di sicurezza.
  6. Non è possibile effettuare alcun sorpasso fino al taglio del traguardo (fine del primo giro) con la sola eccezione del punto 4.
  7. Il pilota leader, che gestisce la velocità, può iniziare ad accelerare solo dall’uscita dall’ultima curva che precede il traguardo. Dal momento in cui si inizia ad accelerare non è più possibile rallentare a meno che non serva per evitare di urtare il pilota che precede o in caso di evidente pericolo.
  8. Le regole precedenti sono applicabili fino al passaggio della linea del traguardo.
  9. Terminata la gara, i piloti che hanno già tagliato il traguardo, dovranno eventualmente proseguire il giro fuori dalle traiettorie ideali al fine di consentire il passaggio ai piloti che non hanno ancora concluso la propria gara.

 

7.6 DEFINIZIONE E SCOPO DELLA PARTENZA DA FERMI

La partenza da fermi prevede lo schieramento dei piloti secondo ordine di qualifica o composizione griglia. Allo spegnimento del semaforo la gara ha inizio. Le regole della partenza lanciata valgono anche in caso di partenza da fermi ma con giro di formazione (se previsto). Infatti nel giro di formazione non è, di norma, possibile sorpassare.

La partenza anticipata viene gestita dal sim che assegnerà un “Drive Through” da scontare entro i giri imposti dallo stesso SIM.

Infine, sopratutto nelle prime fasi di ogni competizione, tutti i piloti dovranno prestare la massima attenzione agli avversari e evitare manovre eccessive sino a quando il gruppo non si sarà sgranato a sufficienza da consentirle senza il rischio di coinvolgere un consistente numero di auto.

In caso di incidente grave provocato nelle prime fasi di gara, la DG si riserva la facoltà di sanzionare il pilota responsabile di incidente grave, con le sanzioni già previste dal regolamento, raddoppiate.

 

TRATTAMENTO DEI DATI E PRIVACY

 

INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003

Questa Privacy Policy, ha ad oggetto la raccolta e l’utilizzo dei dati personali raccolti attraverso il sito www.racingrevcompetizione.it e le pagine social accessibili attraverso e/o facenti capo ad esso, allo scopo di informare gli Utenti su quali informazioni personali dell’Utente sono raccolte, come esse vengono utilizzate, quali soggetti terzi possono avere accesso a tali informazioni e su come l’Utente può accedere, aggiornare, o cancellare i propri dati personali.

Essa è redatta nel rispetto del d.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di trattamento dati personali”).

Si raccomanda all’Utente di prendere visione della Privacy Policy prima di mettere a disposizione i propri dati personali.

TITOLARE E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI PERSONALI

Il Titolare del Trattamento è il soggetto cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità e modalità del trattamento dati e agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza mentre il Responsabile del Trattamento è il soggetto preposto dal Titolare al trattamento dati personali.

Titolare del trattamento dati personali è la Community Racing Rev Competizione

Responsabili del trattamento dati personali sono gli admin della Community.

QUALI INFORMAZIONI RACCOGLIAMO

Le espressioni “Dati Personali” o “Informazioni Personali” sono informazioni utilizzate per identificare univocamente un utente persona fisica.

CREAZIONE ACCOUNT E COMMUNITY

Per la creazione di un account personale sono richiesti all’Utente dati quali: nome e cognome, data di nascita, sesso.

COME UTILIZZIAMO I DATI

I Dati Personali messi a disposizione dall’Utente saranno utilizzati nel rispetto dei principi di necessità per le finalità di seguito indicate. Dati Personali non necessari non saranno raccolti.

CONFERIMENTO DEI DATI E MODALITÀ DEL TRATTAMENTO

Il conferimento dei Dati Personali da parte dell’Utente è facoltativo. Tuttavia il mancato o inesatto conferimento dei dati potrebbe rendere impossibile la messa a disposizione dei servizi per i quali i dati siano richiesti.

I Dati Personali saranno raccolti e trattati su supporto elettronico, adottando misure di sicurezza idonee al fine di ridurre il rischio di dispersione, perdita anche accidentale e violazione da parte di terze parti. In ogni caso, l’Utente prende atto che il conferimento dei dati comporta un rischio di perdita o violazione dei dati e che i Titolari non assumono responsabilità per i danni che potrebbero derivare dalla perdita o violazione dei dati messi a disposizione dall’Utente.

Finalità e modalità del trattamento

Navigazione sul Sito

per consentire all’Utente una agevole navigazione sul Sito e per consentire la fruizione dei contenuti dello stesso;

Creazione Account e partecipazione Community

 

per la creazione di Account Utente e per la gestione dell’accesso dell’Utente al Sito e per consentire la fruizione dei servizi, dei contenuti e per lo svolgimento delle attività riservate agli Utenti registrati.

In particolare:

  • I propri dati personali saranno trattati per:
  1. a) l’identificazione dei singoli partecipanti ad ogni giro di prova, gara, evento e/o competizione che si svolga sui server della Community;
  • I propri dati personali e la propria immagine saranno trattati per:
  1. b) la pubblicazione del proprio profilo in qualità di membro alla Community, in occasione della propria partecipazione ad essa, per l’eventuale pubblicazione sul sito RRC e sulla pagina Facebook di RRC

Eventi ed altre iniziative Ferrari

per trasmettere all’Utente inviti e per l’organizzazione e lo svolgimento di eventi legati alla Community;

CHI PUÒ ACCEDERE AI DATI PERSONALI

I Dati Personali, quali ad esempio il nome dellìUtente e/o l’immagine dell’Utente, nonché altre informazioni eventualmente rese pubbliche dall’Utente stesso sul proprio profilo e/o nelle comunicazioni attraverso sito, blog e/o community, possono essere resi accessibili ad altri Utenti.

Diffusione

I Dati Personali dell’Utente non sono di norma soggetti a diffusione.

Tuttavia alcuni Dati Personali quali ad esempio il nome dell’Utente e/o l’immagine dell’Utente, nonché altre informazioni eventualmente rese pubbliche dall’Utente stesso sul proprio profilo e/o nelle comunicazioni attraverso blog e/o community, sono resi accessibili ad altri Utenti e diffusi agli stessi, quando l’Utente sceglie di partecipare a tali iniziative (blog e/o community).

Anche in occasione di specifiche iniziative alcuni Dati Personali forniti dall’Utente potrebbero essere diffusi (es. in caso di gare, eventi e/o competizioni on-line).

DIRITTI DELL’UTENTE

L’Utente potrà esercitare in qualunque momento i diritti previsti dalla normativa vigente, particolarmente quelli previsti dall’art. 7 D.Lgs. 196/2003 (“Codice Privacy Italiano”). Tra questi, il diritto di ottenere conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, di rettificare i dati, di chiederne la cancellazione, di conoscere le finalità e modalità del trattamento.

CONSENSO

L’Utente con l’accettazione del Regolamento e la propria iscrizione alla partecipazione della Community accetta la presente Privacy Policy ed acconsente al trattamento dei propri dati personali, come sopra descritto.